2 luglio 2020
Italia
News e comunicati

BASF introduce il modello dell’economia circolare nei processi di riciclo dei materassi

  • I materassi usati forniranno le materie prime per la produzione di nuovi materassi
  • I primi test sono già in fase di svolgimento

 

Al via, presso il sito di Schwarzheide a Brandeburgo in Germania, i primi test dedicati al nuovo processo chimico per il riciclo dei materassi usati, sviluppato da BASF. La modalità di riciclo dei materiali estratti consentirà il riutilizzo nella produzione di nuovi materassi. “Il nostro obiettivo è recuperare materie prime con una qualità paragonabile a quella dei materiali originari, non riciclati”, ha commentato Shankara Keelapandal, Business Management Isocianati per l’Europa. Con questo progetto, BASF apre una nuova strada e risponde alle crescenti aspettative di sostenibilità dei clienti e del settore delle schiume e dell’industria dei materassi. Si tratta di un passo importante verso il possibile reinserimento dei materiali di scarto post consumo nel ciclo di vita dei prodotti.

Il processo di BASF scompone il poliuretano flessibile e restituisce il poliolo usato a monte della produzione. A questo punto, BASF può produrre nuova schiuma con una impronta di carbonio decisamente contenuta, grazie al ridotto impiego di risorse fossili. “Progetti di questo tipo sono decisamente interessanti. Se, da un canto, raccogliere e smistare i materassi usati è un’operazione relativamente semplice, il normale ciclo di fine vita prevede, ad oggi, l’incenerimento o il conferimento in discarica”, spiega Arno Volkmann, direttore tecnico del progetto. I primi volumi di materiale riciclato saranno inviati ai partner del progetto entro la fine del 2020 per proseguire insieme con le successive fasi di sviluppo dell’iniziativa. “Il progetto è tecnicamente complesso, ma le potenzialità legate alla riduzione dei volumi di rifiuti e al risparmio delle risorse lo rendono particolarmente attraente” commenta Keelapandal.

Grazie al nuovo processo, BASF potenzia il proprio impegno in termini di sostenibilità e muove un ulteriore passo nella direzione dell’economia circolare. Con l’obiettivo di slegare la crescita economica dall’impiego di risorse a disponibilità limitata, BASF accelera l‘adozione del principio dell’economia circolare nella sua normale operatività. “Per questo motivo, abbiamo deciso di sviluppare una soluzione che chiuda il cerchio per le schiume di poliuretano morbido attraverso il riciclo chimico dei materassi” conclude Keelapandal.

Per maggiori dettagli sul progetto di riciclo dei PU:
https://www.basf.com/global/en/who-we-are/sustainability/we-drive-sustainable- solutions/circular-economy/mass-balance-approach/circularity-recycling-of- mattresses.html  


Informazioni su BASF

In BASF creiamo chimica per un futuro sostenibile. Uniamo al successo economico la tutela dell’ambiente e la responsabilità sociale. Più di 117.000 collaboratori del Gruppo lavorano per contribuire al successo dei clienti, in quasi tutti i settori industriali e Paesi del mondo. Il nostro portafoglio prodotti è organizzato in sei segmenti: Chemicals, Materials, Industrial Solutions, Surface Technologies, Nutrition & Care e Agricultural Solutions. Nel 2019 BASF ha generato vendite per 59 miliardi di euro. BASF è quotata nella Borsa di Francoforte (BAS) e come American Depositary Receipts negli Stati Uniti (BASFY). Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito: www.basf.com.

Manuela Pirovano
Manuela Pirovano
Corporate Communications Manager Italy
Ultimo aggiornamento 2 luglio 2020