Italia
Prodotti

Etichettatura ambientale degli imballaggi

Il decreto legislativo 3 settembre 2020, n. 116, che recepisce la direttiva UE 2018/851 sui rifiuti, e la direttiva (UE) 2018/852 relativa agli imballaggi e ai rifiuti di imballaggio, prevede che su tutti gli imballaggi (primari, secondari e terziari) i produttori debbano indicare, ai fini della identificazione e classificazione dell’imballaggio, la natura dei materiali di imballaggio utilizzati, sulla base della decisione 97/129/CE della Commissione. 

Il Decreto Legge n. 228 del 30 dicembre 2021 Milleproroghe ha introdotto la sospensione dell’obbligo di etichettatura ambientale degli imballaggi fino al 30 giugno 2022.

In attesa della pubblicazione delle linee guide tecniche per l’etichettatura degli imballaggi da parte del MITE, BASF Italia ha implementato l’etichettatura ambientale degli imballaggi dei propri prodotti e rende disponibili le informazioni attraverso questa pagina internet.

Qui di lato è possibile consultare e scaricare il documento che raccoglie i codici utili per l'etichettatura dei nostri imballi. Per una maggiore semplificazione, nel file, gli imballi vengono raggruppati per categorie omogenee e descritti con un'immagine o con una descrizione generale (es. fusti di acciaio, taniche di plastica, cisternette, lattine di banda stagnata, ...) e accompagnati dalla relativa codifica del materiale (secondo la decisione 97/129/CE).

Per qualsiasi informazione e/o necessità di supporto, si prega di fare riferimento al proprio contatto commerciale.