Italia
Chi siamo

Storia di BASF in Italia

1970 - 1999

L’ampliamento e la fase produttiva

Da Ludwighshafen, headquarter di BASF, si matura la necessità di avere accesso diretto al mercato italiano: nel 1974 SASEA viene rilevata e nel 1985 cambia ragione sociale in “BASF Italia S.p.A.” a dimostrazione della rilevanza assunta dal business nella penisola. Nello stesso anno BASF acquisisce la multinazionale americana Inmont (vernici, inchiostri, pigmenti) che, in Italia, porta a incorporare gli stabilimenti di Cesano Maderno, Baranzate, Caronno Pertusella, Cinisello Balsamo. Durante gli anni ‘90 gli uffici milanesi vengono trasferiti a Cesano Maderno che diviene sede principale del Gruppo in Italia. Si consolidano qui le attività legate alla produzione di pigmenti e coloranti per combustibili e si realizzano impianti produttivi di ausiliari tessili. Nel 1995 entra la Termolan (isolanti termoacustici), e con essa il sito di Bibbiano (Reggio Emilia).