Italia
Cambiare per il clima

Guidare in tondo

La maggior parte delle persone accetta che il futuro delle auto sia elettrico. Ma stiamo andando oltre: vogliamo chiudere il cerchio sulla sostenibilità per i veicoli elettrici (Electric Vehicles, EV). Ciò significa riciclarne le batterie, un fattore importante per ridurre l’impronta complessiva di CO2 dei veicoli elettrici. Se ne occuperà il nostro nuovo stabilimento di Schwarzheide, in Germania. È una pietra miliare importante lungo il percorso verso la tutela del clima.

A close-up shot of the internals of an EV battery, showing orange wires connecting and conducting electricity across a series of different metal plates.

L’ispirazione: il nostro amore per i veicoli elettrici

Amiamo i veicoli elettrici, come forse avrai sentito dire. Ecco perché vogliamo renderli davvero sostenibili. Ci stiamo impegnando a fondo nel migliorare le batterie ad alte prestazioni che li alimentano. Stiamo sviluppando nuovi materiali attivi catodici, un componente importante per queste batterie agli ioni di litio, per renderle più sicure, ridurre i tempi di ricarica e aumentare la loro autonomia. È una buona notizia per il futuro dei veicoli elettrici. Inoltre, stiamo rendendo possibile il riciclo delle batterie, in particolare dei preziosi metalli contenuti all’interno, in modo da poterle utilizzare più di una volta. Si tratta di un aspetto importante, perché sfruttare al massimo le nostre risorse è un passaggio cruciale verso la salvaguardia del pianeta.

 

Riduzioni del 25%

Impatto dell'impronta di CO2 dei metalli delle batterie EV riciclati da BASF

La sfida: che fine fanno le vecchie batterie?

Piuttosto che utilizzare la combustione del carburante, i motori dei veicoli elettrici funzionano con energia elettrica. Il fatto che i veicoli elettrici funzionino con l’elettricità significa che non ci sono emissioni di scarico. Un grande vantaggio per il clima e per i polmoni. Tuttavia, secondo gli esperti, potrebbero esserci più di 230 milioni di veicoli elettrici sulle strade entro il 2030. Considerando che le batterie di questi veicoli elettrici sono realizzate con metalli preziosi (come litio, nichel, cobalto e manganese), cosa accadrà alle batterie quando raggiungeranno il fine vita? 

A group of three people, two men and one women, is chatting casually and drinking coffee, while their EV is charging at a charging station. In the backdrop, one can see green hills and some windmills.

Più puliti, più ecologici e più sostenibili, i veicoli elettrici hanno conquistato i cuori di tutto il pianeta. E anche il nostro.

Chiudere il cerchio: riciclo delle batterie a fine vita

L’utilizzo responsabile delle risorse naturali della Terra fa parte della nostra più ampia risposta alla crisi climatica. Quindi è importante trovare modi efficaci per riciclare le batterie dei veicoli elettrici una volta che hanno raggiunto il fine vita, soprattutto i metalli all’interno dei materiali della batteria. È questo che intendiamo quando parliamo di “chiudere il cerchio” e di “economia circolare”. Se le parti preziose di una batteria per veicoli elettrici possono essere riciclate (e supponendo che la batteria venga caricata utilizzando elettricità proveniente da fonti rinnovabili), l’intero processo può formare un cerchio sostenibile.

Two scientists, one female and one male, wearing white lab coats in a laboratory researching new ways to recycle metals from EV batteries.

I ricercatori BASF stanno sviluppando un nuovo processo chimico per riciclare il litio ad alta purezza dalle batterie dei veicoli elettrici. 

La strada da seguire: impianti di riciclo all’avanguardia

Lo step finale per chiudere il cerchio della sostenibilità saranno gli stabilimenti come quello che stiamo costruendo a Schwarzheide, in Germania. Ciò completerà la nostra joint venture esistente in Cina e la nostra rete globale di partner per il riciclo delle batterie. “È il prossimo passo verso un’ulteriore crescita della nostra capacità di riciclo delle batterie per veicoli elettrici”, ha affermato il Dott. Matthias Dohrn di BASF, Senior Vicepresident Battery Base Metals and Recycling. “Lo stabilimento, insieme ai nostri team di ricerca, consentirà l’espansione rapida ed efficace della tecnologia di riciclo delle batterie con cui realizzeremo una catena di valore dei materiali delle batterie a circuito chiuso”. La costruzione dello stabilimento pilota è già in corso e l’avvio è previsto per il 2023. Prevediamo di costruire uno stabilimento commerciale di riciclo delle batterie basato su quanto apprenderemo dall’impianto pilota entro la metà del decennio.

 

Più del 10%

Quantità di nichel che BASF prevede di ottenere dal riciclo nel 2026

A computer-generated image of BASF’s planned prototype battery recycling plant being built at Schwarzheide showing solar panels and wind turbines alongside a large white factory building. It will be a major step towards closing the EV sustainability loop.
È il prossimo passo verso un’ulteriore crescita della nostra capacità di riciclo delle batterie per veicoli elettrici
Image of Matthias Dorhrn

Dott. Matthias Dohrn di BASF

Senior Vicepresident Battery Base Metals and Recycling

Il futuro: chiudere il cerchio

Cifre come queste mostrano che stiamo facendo il possibile per riciclare i materiali delle batterie per veicoli elettrici. E questo non solo perché amiamo i veicoli elettrici, ma perché sappiamo che possono svolgere un ruolo chiave nella risposta del mondo alla crisi climatica. Veicoli privi di emissioni completamente alimentati da batterie che possono essere riciclate e caricate con elettricità generata in modo sostenibile... questo è ciò che intendiamo per chiusura del cerchio.  

Scopri di più sui nostri progetti di e-mobility: